giugno 26, 2019

Attualità

XTONExperience chiude la sua stagione di eventi

Santander è stata l’ultima tappa di un tour che ha portato XTONE per tutta la Spagna in poco più di un mese.

Malaga, Palma di Maiorca, Siviglia, Madrid e Santander hanno goduto di showcookings con “chef stellati Michelin” e dimostrazioni tecniche

Lo scorso maggio, XTONE ha iniziato un tour delle principali città spagnole. Eventi che hanno riunito più di 300 architetti, interior designer e designer al fine di far conoscere le caratteristiche tecniche e le molteplici possibilità di questo incredibile materiale.

Lo store Porcelanosa di Santander è stato l’ultima tappa di un tour di cui hanno fatto parte Malaga, Palma di Maiorca, Siviglia e Madrid. Scenari che hanno presentato la versatilità e l’adattamento di XTONE, in un formato finora sconosciuto.

Showcookings con ospiti d’eccezione

Con tre chef stellati Michelin, Dani García a Malaga e i foodies Marta Simonet a Palma; Inés Basterra di @hoycomemossano, a Siviglia; Chef Bosquet, a Madrid e Carolina Ferrer, a Santander, le nostre cucine sono diventate un punto chiave di attrazione.

Proprietà come la resistenza ai graffi e alle alte temperature, l’impermeabilità e la facilità di pulizia dei piani di lavoro sono state il miglior alleato per la realizzazione di ricette elaborate.

Dimostrazioni tecniche

Con il pezzo XTONE di 150 x 300 cm esposto con dimensioni reali come punto di partenza, in ogni tour è stato possibile osservare dal vivo la posa del materiale trasformato in un pezzo per il rivestimento di un ambiente bagno.

I marmisti associati ad ogni area come Ingramar, Marbres Illes, SaveuC, Cantera Viva e Pefersa, sono stati incaricati di mostrare come funziona XTONE per ottenere il perfetto adattamento allo spazio con un taglio personalizzato.

Dunque, serate che hanno riunito grandi professionisti del settore per spingere il prodotto al limite e godere dell’esperienza XTONE. Le cinque destinazioni completano un tour che promette di crescere nel corso della prossima stagione.


Condividere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *