maggio 27, 2022

Attualità

Sostenibilità e gestione della proprietà contraddistinguono l'edizione XIII dei Premi Porcelanosa

La multinazionale ha consegnato i suoi premi annuali ai principali professionisti del momento presso l'emblematico Four Seasons Hotel di Madrid.

Talento e architettura sostenibile si sono riuniti questo giovedì all'Hotel Four Seasons di Madrid come temi centrali della XIII edizione dei Premi Porcelanosa. La multinazionale spagnola ha organizzato i suoi premi annuali con l'obiettivo di riconoscere l'impegno di tutti quei professionisti del mondo dell'architettura, del design, della gestione alberghiera e dello sviluppo immobiliare che hanno sostenuto la sostenibilità e l'innovazione nei loro progetti.

Durante la cerimonia di premiazione, presentata dalle giornaliste Susanna Griso e Michi Primo de Rivera, sono state illustrate le proposte vincenti e la loro funzionalità sociale nell'ambito della nuova pianificazione urbana in atto nelle grandi e medie città.

Il design alberghiero del futuro

Questa riprogettazione architettonica, che cerca nuovi modi di costruire e abitare gli spazi, si è riflessa nei discorsi e nelle proposte di ciascuno dei vincitori. È il caso del progetto PR-132, di María Ying Fernández Arjona, che ha vinto il premio Design del futuro nella categoria Studenti per il suo approccio multifunzionale e luminoso a una suite d'albergo presidenziale. Collegare la vita di un hotel con l'ambiente naturale è stata anche l'idea principale di The Sea, una suite presidenziale progettata da Ángela Acevedo del Álamo (3A interiorismo) secondo i principi di benessere, serenità ed equilibrio, che ha vinto il premio Design del futuro nella categoria professionisti per il suo design organico con collezioni Porcelanosa.

Il design sostenibile nel settore residenziale e alberghiero è stato un altro degli assi principali dell'edizione XIII dei Premi Porcelanosa. Tra i progetti che si sono aggiudicati diverse statuette d'onore figurano il centro ricreativo Odiseo di Murcia (Premio Design dell'anno e Premio speciale 2022), l'Hotel Only YOU di Valencia (Premio per il miglior progetto di interior design) e l'Hotel Ibiza Corso (Premio per il miglior progetto alberghiero).

Nell'area uffici e aziende, si sono distinti il Campus Acciona di Madrid (Premio per il Miglior progetto sostenibile) e il Campus Méndez Álvaro di Colonial (Premio per il Miglior complesso di uffici aziendali, uffici flessibili, residenziali e retail), due progetti che hanno applicato i principi di efficienza energetica e dinamismo nelle loro strutture principali.

In evidenza: Susana García-Cereceda e Diller Scofidio+ Renfro

Tra i premiati della serata, Susana García-Cereceda (premio alla carriera per il complesso residenziale La Finca) e lo studio di architettura americano Diller Scofidio+ Renfro, il cui socio, Charles Renfro, ha ritirato il premio a nome del team. Renfro ha difeso la democratizzazione dell'architettura e la necessità di ripensare le città attraverso la pianificazione urbana, le arti visive e le arti dello spettacolo, e ha fatto appello alla necessità di combattere il cambiamento climatico attraverso un'architettura più sostenibile e plurale, la principale missione del suo studio dal 1979, anno della sua fondazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *