ottobre 28, 2019

XII Premi Porcelanosa: ‘Arquitectura Retail’, epicentro del nuovo design

L’architetto, Lucia Lázaro Verde, risulta finalista nella categoria Design del Futuro- Professionisti per questo progetto basato sul gioco di volumi e spazi aperti.

L’attrazione principale di questo negozio è quella di aver trasformato il marchio aziendale in un design unico e multidisciplinare.

Convertire un marchio in design. Da qui prende vita Arquitectura Retail, uno showroom in cui il prodotto simboleggia e modella ciascuno dei suoi ambienti. Questo era l’intento dell’autrice, l’architetto Lucía Lázaro Verde, finalista nella categoria Design del Futuro- Professionisti dei XII Premi PORCELANOSA. “Il design di questo progetto crea uno spazio espositivo e di vendita che a sua volta rappresenta il prodotto stesso. Questo è il modo in cui si struttura l’immagine aziendale”, definisce l’architetto.

Finalista-Premios-Porcelanosa-diseño-futuro-Profesionales-Lucía-Lázaro-3

Attraverso una sala centrale e diafana, la cui estensione arriva fino a 87 m2, Lázaro Verde presenta i diversi prodotti del negozio come parte della stessa decorazione e da essa convergono tutte le zone: Reception, Dipartimento di Progettazione, Aree Relax, Bar, Bagni e Magazzino. “Il prodotto si presenta all’interno del progetto in forma espositiva, con spazi per novità e campioni integrati nei moduli per bagno e cucina”, spiega l’autrice.

L’ordine naturale delle cose

I giochi di luci e volumi che si intersecano nello spazio sono rafforzati con i rivestimenti in legno naturale di          L´Antic Colonial, così come le collezioni ceramiche di Porcelanosa e Venis.

Della prima azienda, sono state utilizzate le collezioni Prada White e Chelsea Bone, due dei pavimenti generali dell’edificio. I pavimenti Vintage Natural e Corintio Acero di Venis sono stati scelti per aumentare il calore delle sale principali.

Finalista-Premios-Porcelanosa-diseño-futuro-Profesionales-Lucía-Lázaro-1

Questo design intimo contrasta con i rivestimenti effetto metallo di colore nero. È il caso di Stuc Black Texture di Urbatek o del mosaico in pietra naturale, Elite Even Burma, di L’Antic Colonial. Entrambe le opzioni si combinano con i piani di lavoro in KRION® o i rivestimenti Micro-Stuk di Butech, la cui resistenza e flessibilità alleggeriscono l’intero complesso architettonico.

Il Retail Design di nuova generazione.


Condividere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *