novembre 13, 2019

Il mobile ‘Tomo’ di Gamadecor riscrive l’uso del bagno

Progettato in legno di rovere e con specchio circolare, questo mobile si ispira alle creazioni d’avanguardia di La Bahaus e dona un’aria più artistica agli ambienti.

Il top di KRION® si distingue dagli altri per la resistenza, la facilità di pulizia, il carattere antibatterico e i giunti impercettibili.

Per i 100 anni di La Bahaus, scuola di architettura, design e arte fondata a Weimar dall’architetto tedesco Walter Gropius nel 1919, l’azienda di bagni Gamadecor (Porcelanosa Grupo) ha voluto onorare e continuare quell’eredità che risaltava la funzione sulla forma, trasformando l’artigianato in una nuova arte.

Questi sono i postulati seguiti da Tomo, il nuovo mobile da bagno progettato dall’azienda, trasformando il “meno” in “più”. Realizzato in legno di rovere e con una superficie in KRION®, il mobile trasforma la geometria spaziale in una nuova corrente artistica con forme pure, semplici e morbide. Ciò è dimostrato dallo specchio circolare che incornicia l’insieme o dal top rettangolare di KRION®.

Mueble-baño-Tomo

Il bianco immacolato che dà vita a questo minerale compatto risalta la pulizia e l’ordine del suo design. Quella combinazione di legno e KRION® crea un curioso contrasto nel bagno; da un lato, riproduce quei mobili in stile coloniale del XVIII secolo, dall’altro presenta un design d’avanguardia basato su figure geometriche e linee poligonali.

Mueble-baño-Tomo

A questo aspetto innovativo occorre aggiungere la resistenza, la facile pulizia, la manutenzione, l’assenza di giunti e le proprietà antibatteriche di KRION®; qualità che rafforzano la lettura unica e senza tempo di tutti i suoi pezzi.

Tomo influenza il carattere degli spazi e mette a fuoco le proprie particolarità per mezzo di una libreria basata su una trave di apertura laterale.

L’artigianato elevato al livello delle Belle Arti.


Condividere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *