febbraio 10, 2020

Attualità

Finalisti della XII edizione dei Premi Porcelanosa: ‘BookWood’, un bosco letterario per perdersi tra libri e caffè

L’architetta Sonia Font progetta uno spazio aperto e all’avanguardia dove cultura e gastronomia sono intese come un tutt’uno.

Il progetto è riuscito ad arrivare in finale nella categoria Design del Futuro grazie al suo modo originale di applicare le collezioni di PORCELANOSA Grupo.

La carta e il caffè sono le due colonne portanti di BookWood, una libreria-caffetteria in cui tutti gli elementi sono interconnessi mediante un design caldo e sobrio. Questo è stato l’intento di Sonia Font, l’architetta che ha ideato questo progetto con le collezioni di PORCELANOSA Grupo e che è riuscita ad arrivare alla finale della XII edizione dei Premi Porcelanosa nella categoria Design del Futuro sezione Professionisti.

Finalista-Premios-Porcelanosa-diseño-futuro-Profesionales-Sonia-Font-2

La cultura come nesso di unione

La sfida principale che si presentava era unire tradizione e modernità, in altre parole, il mondo tangibile e quello digitale. A tal fine, Font ha utilizzato collezioni calde come Forest Arce di PAR-KER o Tortona 1L Strada di L’Antic Colonial.

La prima si distingue come un parquet ceramico di natura sostenibile (Eco Conscious), perché la sua composizione racchiude il 95% di materiale riciclato e nella sua produzione viene emesso il 40% in meno di CO2. Utilizzata come pavimento principale nelle zone comuni, questa collezione rafforza quel legame con la natura attraverso il rovere che dà forma a Tortona 1L Strada.

Finalista-Premios-Porcelanosa-diseño-futuro-Profesionales-Sonia-Font-4

I colori tenui che caratterizzano questo legno naturale disegnano un bosco futuristico zeppo di libri, giornali e schermi di nuova generazione. “È una libreria che mantiene la vicinanza al consumatore, ma con l’obiettivo di modernizzare un prodotto tanto antico quanto pratico. Da qui l’origine della carta, che unisce tutto in uno stesso ambiente e crea uno spazio completamente rinnovato in cui è possibile leggere un libro mentre si prende un caffè”, osserva Font.

Questa unione di cultura, design e gastronomia definisce ogni sala, dove si è optato per materiali leggeri, resistenti e consacrati come il calcare. Ecco il punto da cui parte Milan (STON-KER®), la pietra ceramica di Venis che qui viene utilizzata come rivestimento sulle colonne.

Questo tocco scultoreo recupera la minuziosità e la cura che esercitavano gli antichi artigiani e che acquisisce maggiore solennità con Silver Wood Classico di L’Antic Colonial.Questa collezione di travertino trasforma BookWood in un autentico tempio della lettura, conferendogli quella maestosità tipica delle costruzioni greco-romane.

Finalista-Premios-Porcelanosa-diseño-futuro-Profesionales-Sonia-Font-5

Il bianco originale di questa pietra aumenta la sua luminosità con Krion®. Sebbene il minerale compatto di PORCELANOSA Grupo condivida la tonalità del travertino, la sua composizione retroilluminata, resistenza alle alte e basse temperature, assenza di porosità ed elevata igiene (non consente la proliferazione di funghi e batteri) migliorano la resistenza e la durabilità degli oggetti. In questo caso, la facciata e gli scaffali principali.

Questo dialogo continuo tra passato e presente si percepisce anche nei bagni, dove la collezione XLight Liem Grey di Urbatek trasferisce la tipica luminosità del marmo nero Marquina al gres porcellanato.

Una ricreazione storica attraverso il design con l’Antica Roma come principio e l’avanguardia come fine. Ecco la traiettoria che seguono la rubinetteria Lounge del designer Simone Micheli per Noken, i sanitari NK Concept o il lavandino Forma Square.

La Storia vive nei libri.


Condividere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *