Porcelanosa. Sostenibilità e ambiente

Certificazioni ambientali di processo.top

ISO 14001.

ISO 14001

Nell'ambito di un contesto normativo sempre più esigente, Porcelanosa dà prova di un deciso impegno ambientale tramite l'adozione di un sistema di gestione accreditato dalla norma ISO 14001 comprendente l'intero processo dalla fase di progettazione fino alla vendita del prodotto finale.

In tal modo, rendiamo nota la nostra politica di tutela e le attenzioni rivolte all'ambiente.

ISO 50001.

ISO 50001

Porcelanosa ha provveduto ad implementare un sistema di gestione energetica in conformità alla norma ISO 50001, uno strumento che consente all'azienda di ridurre i consumi energetici e, di conseguenza, le emissioni di gas a effetto serra.

Tramite una migliore performance energetica si intende massimizzare l'efficienza di tutti i nostri processi avvalorando così il chiaro impegno ambientale preso sin dagli inizi.

Riduzione dell'impronta di carbonio.

Riduzione dell'impronta di carbonio

La cura dello spazio in cui operiamo e la tutela dell'ambiente rientrano da sempre nel novero delle massime priorità di PORCELANOSA sin dalla sua creazione. Nel rinnovare il proprio impegno sul versante della sostenibilità, PORCELANOSA è stata la prima azienda di prodotti in ceramica ad ottenere il certificato di riduzione dell'impronta di carbonio, rilasciato dal Ministero dell'Ambiente.

L'impronta di carbonio esprime il quantitativo complessivo dei gas a effetto serra (GES) emessi direttamente o indirettamente dall'azienda in atmosfera a seguito dei processi produttivi e dello svolgimento della propria attività (consumo di gas naturale, elettricità, combustibili, refrigeranti, ecc.).

Da una parte, la misura dell'impronta di carbonio consente di identificare tutte le fonti di emissione dei gas a effetto serra e, dall'altra, di mettere a fuoco provvedimenti efficaci per la riduzione della quantità di CO2 emessa.

Ai fini dell'acquisizione della certificazione relativa all'impronta di carbonio, le varie fonti di emissione di Porcelanosa sono state oggetto di uno studio approfondito dal 2011. Il medesimo attesta una riduzione media del coefficiente di emissione di kg CO2/m² del 6,9% nel triennio 2012-2014. Tale verifica è stata curata da un organismo indipendente nonché approvata dal Ministero dell'Ambiente.

Al termine dello studio della propria impronta di carbonio, Porcelanosa, azienda pioniera sul versante dell'impegno ecologico e della minimizzazione dell'impatto sull'ambiente, è la prima azienda di prodotti in ceramica ad ottenere tale certificazione ambientale grazie all'effettiva riduzione delle emissioni derivanti dai propri processi produttivi per unità di produzione in tale lasso di tempo.

Iniziative. Ecotech, equilibrio ecologico Porcelanosa.top

ecotech equilibrio ecológico

Atmosfera.

Lo sviluppo sostenibile è uno dei cardini della filosofia di Porcelanosa, a prescindere dall'entità del progetto da mettere in campo.

L'attività produttiva non deve avere ricadute negative sulla qualità dell'aria negli impianti di Vila-real, unico stabilimento in cui vengono realizzati i prodotti di Porcelanosa. A tal fine, l'azienda ha adottato numerosi provvedimenti volti alla riduzione dell'impatto sull'ambiente, a tenere pulita l'atmosfera e al rispetto degli impegni presi in ambito globale.

  • Tutti gli impianti di aspirazione della polvere ambientale sono muniti di filtri che trattengono le particelle all’interno e consentono l'emissione di aria pulita. La polvere raccolta viene riutilizzata nel medesimo processo per la produzione di nuove piastrelle.
  • Gli impianti produttivi e le vie di circolazione sono interamente asfaltate in modo tale da minimizzare la produzione di polvere nella movimentazione delle materie prime che vengono, poi, stoccate in silos coperti cosicché da ridurre la perdita di materiale per l'azione del vento o della pioggia.
  • Nel corso degli ultimi dieci anni, grazie all'attenzione rivolta alla riduzione dei consumi energetici in seno all'azienda Porcelanosa, si è riusciti a ridurre il consumo di gas del 20% e il consumo di energia del 13% con la conseguente riduzione delle emissioni di CO2 associate. In tal modo, si è tenuto fede all'impegno preso nei confronti del protocollo di Kyoto.
  • Il recupero del calore avviene in vari momenti dei processi produttivi mediante convogliamento delle correnti di gas caldi verso altre fasi per soddisfare determinati fabbisogni termici riuscendo così a ridurre le emissioni e, nel contempo, i consumi energetici.

Efficienza energetica e impegno nei confronti del protocollo di Kyoto.

La lotta agli effetti del cambiamento climatico è uno dei punti fermi di Porcelanosa. Infatti, la riduzione delle emissioni di CO2, obiettivo precipuo per poter adempiere gli impegni del protocollo di Kyoto, ha comportato l'implementazione di migliorie tecnologiche messe a punto per massimizzare l'efficienza energetica e rendere pertanto possibile la sostenibilità ambientale. Ne sono la riprova i sistemi industriali progettati e installati per ridurre al massimo i consumi energetici avvalendosi delle migliori tecniche disponibili. Il Ministero dell'Ambiente ha accreditato la riduzione dell'impronta di carbonio di Porcelanosa (kg di CO2 emessi/m² prodotto) del 20% nel corso degli ultimi anni.

Il 33% dell'energia utilizzata da Porcelanosa proviene dal proprio stabilimento di cogenerazione. In altre parole, viene prodotta internamente. Inoltre, l'aria calda generata viene utilizzata per essiccare la barbottina e ottenere le polveri atomizzate da destinare a una successiva pressatura. La Comisión Nacional de la Energía attesta che l'energia prodotta da Porcelanosa nel rispettivo impianto di cogenerazione ad alta efficienza, è ritenuta alla stregua di energia verde.

Tra i vari provvedimenti messi in campo per ridurre i consumi energetici si evidenziano:

  • Installazione di bruciatori ad alto rendimento e sistemi di recupero del calore nei forni.
  • Utilizzo di pannelli trasparenti sui tetti dei capannoni di produzione per evitare il ricorso all'illuminazione artificiale nelle ore diurne.
  • Implementazione della tecnologia LED come sistema di illuminazione.
  • Impiego generalizzato dei veicoli elettrici per gli spostamenti fra gli impianti di Porcelanosa.

Acqua.

Un uso delle risorse idriche improntato all'efficienza e alla responsabilità comporta l'implementazione di molteplici sistemi di depurazione e riutilizzo. Porcelanosa ha attivato varie misure per rendere possibile la valorizzazione e il riciclaggio di tutta l'acqua per uso industriale.

A tale scopo, intenzionata a realizzare impianti a scarico industriale zero, attualmente le sue infrastrutture contano cinque depuratori. L'acqua e i fanghi prodotti vengono riutilizzati nel processo produttivo. Nella macinazione per via umida si utilizza acqua riciclata.

Rifiuti.

Tutti i rifiuti generati nella fabbricazione delle piastrelle di Porcelanosa vengono riutilizzati nel processo produttivo mediante trasformazione e sistemazione dei medesimi.

Anche i fanghi provenienti dai cinque depuratori dell'azienda vengono riutilizzati nel processo produttivo.

In tal senso, il miglior esempio della filosofia di Porcelanosa è la produzione della serie STON-KER® Ecologic, cioè piastrelle realizzate per oltre il 95% con materiale riciclato certificato da terzi.

Eco design.

L'analisi di un prodotto partendo dalla base nonché la funzione che il medesimo svolgerà a installazione avvenuta, sono cruciali per definire le azioni volte a ridurne l'impatto sull'ambiente.

Porcelanosa mette sistematicamente in campo azioni per ridurre i contaminanti potenziali dei nostri prodotti, tra cui:

  • Utilizzo di smalti non contenenti metalli pesanti quali piombo e cadmio. In tal modo, la superficie ceramica si comporta come un vetro assolutamente inerte. Il tenore in metalli pesanti delle piastrelle di Porcelanosa è notevolmente al di sotto dei valori previsti anche nel caso dei prodotti in ceramica che vengono a contatto con gli alimenti.
  • Gli imballaggi vengono realizzati per oltre il 70% con materiale riciclato. Inoltre, il rapporto tra il peso dell'imballaggio e il peso del prodotto è bassissimo.
  • Porcelanosa dispone di materie prime ad alto rendimento estratte da miniere nei pressi degli impianti di Vila-real il che consente di ridurre l'impatto ambientale derivante dal trasporto nei processi di fabbricazione di determinati prodotti. Le piastrelle a rivestimento poroso (serie Monker®) vengono realizzate con argille estratte in un raggio inferiore a 150 km dalla zona di fabbricazione.
  • Per la fabbricare le piastrelle in ceramica di Porcelanosa si utilizzano minerali inorganici, non sottoposti a trattamenti successivi alla cottura. Pertanto, si ritiene che i medesimi non emettano composti organici volatili. Inoltre, vengono sottoposte a processi termici a temperature oscillanti tra 1.150ºC e 1.200°C per circa 60 min. Di conseguenza, il prodotto finito non emette composti pericolosi.
  • Tutti prodotti in ceramica venduti da Porcelanosa contengono percentuali diverse di materiale riciclato. Le piastrelle in cui si rilevano difetti prima o dopo la fase di cottura, vengono riutilizzate come materia prima nell'impasto di base. Anche l'acqua utilizzata nella macinazione è riciclata. Di seguito si riportano le percentuali minime di materiale riciclato di pre-consumo dei vari prodotti:
    • Piastrelle a rivestimenti poroso (Monker®) 20% di materiale riciclato.
    • Piastrelle in gres (pavimenti, ecc.) 10% di materiale riciclato.
    • Piastrelle in gres porcellanato (PAR-KER®, STON-KER®, pavimenti, facciate, ecc.) 10% di materiale riciclato.
    • STON-KER® Ecologic, 95% di materiale riciclato (certificato da ISO 14021).
    • Il contenuto di materiale riciclato di post-consumo è pari allo 0% in tutti i casi.

Certificazioni ambientali di prodotto.top

Dichiarazione ambientale di prodotto per i materiali da costruzione.

DAPc

utti i prodotti di Porcelanosa dispongono della dichiarazione ambientale di prodotto per i materiali da costruzione (EPD) o ecoetichettatura di tipo III, in conformità alle norme ISO 14025 e UNE EN 15804, dichiarazione verificata e certificata da terzi.

Si tratta di un'analisi del ciclo di vita del prodotto partendo dall'estrazione delle materie prime, passando alle fasi di fabbricazione, distribuzione e manutenzione fino allo smaltimento dei rifiuti al termine della sua vita utile (approccio "from cradle to grave").

L'analisi del ciclo di vita (LCA) è uno strumento a disposizione degli operatori che intervengono nel processo decisionale in qualsiasi progetto costruttivo dal momento che viene utilizzato per valutare l'impatto potenziale sull'ambiente di un dato prodotto, processo o attività nel corso della sua vita mediante la quantificazione delle risorse impiegate in tutte le fasi del processo e le emissioni generate in quest'ultimo. Ad esempio, si analizzano le “risorse in entrata” come l'energia consumata, le materie prime utilizzate, l'acqua richiesta e le “risorse in uscita” come le emissioni in atmosfera, nell'acqua e nel suolo o i rifiuti pericolosi e non pericolosi associati al prodotto.

I prodotti Porcelanosa sono corredati della valutazione dell'impatto ambientale generato durante l'intero ciclo di vita dei medesimi, paragonabile con qualsiasi gruppo di prodotti utilizzati nell'attività costruttiva.

Etichetta ecologica dell'Unione europea (Ecolabel).

Ecolabel

Tutti i prodotti della serie STON-KER® recano l'ecolabel, un marchio che contraddistingue i prodotti più rispettosi dell'ambiente.

Tale etichetta viene concessa a tutti i prodotti ottemperanti alla più rigorosa normativa europea per quanto riguarda l'efficacia del prodotto e i criteri ecologici del medesimo e dei suoi componenti.

Pertanto, l'etichetta ecologica dell'UE garantisce che i modelli della serie STON-KER® si conformano a determinati criteri ambientali rigorosi e certifica che la fabbricazione e la vendita del prodotto hanno avuto un impatto ambientale inferiore rispetto ad altri prodotti della medesima categoria.

ISO 14021: STON-KER® Ecologic. Contenuto in materiale riciclato superiore al 95%.

STON-KER Ecologic

La serie STON-KER® Ecologic ottempera a tutte le linee guida ambientali messe a punto da Porcelanosa.

STON-KER® Ecologic sono piastrelle in gres porcellanato fabbricate con materiale sottoposto ad atomizzazione ricavato dai rifiuti solidi in ceramica del processo di produzione (scarto crudo più polvere di aspirazione recuperata dai sistemi di depurazione) avente un contenuto di materiale riciclato di pre-consumo superiore al 95% in massa, compatibile con lo schema di autodichiarazione ambientale o ecoetichetta tipo II come da norma UNE EN 14021:1999.

Si ottiene un prodotto dalle caratteristiche tecniche ottimali tramite l'utilizzo dei rifiuti del processo come materie prime e soltanto di acqua riciclata per la miscelazione. Inoltre vengono eliminate fasi contraddistinte da carichi contaminanti assai rilevanti come il trasporto e la macinazione.

STON-KER® Ecologic dispone di uno studio sull'impronta di carbonio (Carbon Footprint) secondo i requisiti della norma inglese PAS 2050 (Cradle to gate)

In tal modo, si quantificano le emissioni di gas a effetto serra, misurate in termini di CO2 equivalente emessa in atmosfera, a seguito del processo di fabbricazione e distribuzione della serie STON-KER® Ecologic.

Così facendo, ai responsabili dei progetti vengono fornite informazioni particolarmente rilevanti, fondamentali nel processo decisionale finale dal momento che consentono di confrontare l'impatto ambientale dei vari prodotti.

La fabbricazione della serie STON-KER® Ecologic presso Porcelanosa presuppone un potenziale di riscaldamento globale inferiore del 40% rispetto a un prodotto analogo, fabbricato con metodi convenzionali presso i nostri impianti.

Contributo dato dai materiali Porcelanosa ai progetti certificati dai principali standard di costruzione sostenibile: certificazione di edifici LEED, BREEAM e VERDE.top

USGBC BREEAM VERDE

Le certificazioni LEED, BREEAM e VERDE riconoscono la sostenibilità degli edifici e non concernono i prodotti. L'utilizzo di prodotti Porcelanosa può contribuire all'acquisizione della certificazione dell'edificio secondo un dato livello e al miglioramento della valutazione rispetto ad altri materiali alternativi.

Tramite la verifica di un organismo terzo, i vari standard -LEED, BREEAM e VERDE- attestano che nella progettazione e nella costruzione degli edifici sono state utilizzate strategie atte a migliorare gli aspetti ambientali più significativi: risparmio energetico, consumo idrico efficiente, riduzione delle emissioni di CO2, miglioramenti della qualità ambientale interna dell'edificio, uso di materiali riciclati muniti di ecoetichetta (EDP, Ecolabel, impronta di carbonio, ecc.), impiego di prodotti nelle immediate vicinanze dell'edificio per minimizzare l'impatto derivante dal trasporto, ecc.

PORCELANOSA cura la progettazione dei propri prodotti cosicché da agevolare l'acquisizione dei crediti, da parte dell'architetto, previsti dallo standard nonché la scelta dei materiali e delle attrezzature da utilizzare nell'ambito dei suoi progetti.

In virtù della qualifica ottenuta, all'edificio viene assegnato un livello in funzione dello standard. Ad esempio:

  • LEED, livello base, argento, oro e platino.
  • BREEAM, unclassified, pass, good, very good ed excellent.
  • VERDE, certificato redatto su un foglio fino al certificato redatto su cinque fogli.

In funzione del loro uso nell'edificio, i prodotti Porcelanosa consentono di acquisire crediti LEED, BREEAM e VERDE in varie aree:

  • Contenuto di materiale riciclato.
  • Certificazioni ambientali (ecoetichette).
  • Manutenzione agevole evitando l'uso di prodotti chimici aggressivi.
  • Comportamento energetico [colori chiari con alti indici di riflettanza solare (SRI) in corrispondenza dei punti a elevata temperatura sulla facciata nonché all'interno per minimizzare il consumo energetico].
  • Consumo idrico. Data la superficie impermeabile, si impiegano su terrazze, tetti o facciate per la raccolta dell'acqua piovana. Inoltre, dal momento che richiedono molta meno manutenzione, consentono di risparmiare acqua in tale operazione.
  • Materiali regionali: estrazione di materie prime da impiegare nella produzione e spedizione nell'ambito di progetti da eseguire nelle vicinanze del punto di fabbricazione.

Sicurezza.top

Marcatura CE piastrelle in ceramica. Sicurezza per l'utente.

Marcado CE

La marcatura CE non attesta la qualità ma piuttosto il rispetto di determinate garanzie di sicurezza necessarie alla vendita del prodotto. Tutte le piastrelle in ceramica impiegate nel territorio dell'Unione europea devono ottemperare ai requisiti della marcatura CE, a prescindere dalla qualità delle medesime.

Il regolamento europeo dei prodotti da costruzione prevede che le attività costruttive vengano progettate ed eseguite in modo tale da non compromettere la sicurezza delle persone, degli animali domestici e dei beni e non arrechino danni all'ambiente.

Le piastrelle in ceramica di Porcelanosa sono munite di una dichiarazione di prestazione (in precedenza, dichiarazione di conformità) per quanto concerne i requisiti di sicurezza, disponibile per tutti i clienti dell'Unione europea che ne facciano richiesta. Tale dichiarazione riporta informazioni sui parametri chiave di sicurezza riguardante il comportamento del sistema (resistenza al fuoco, resistenza meccanica, resistenza allo scivolamento, emissione di metalli pesanti, valori di aderenza con adesivi diversi, durata, ecc.) La confezione riporta informazioni abbreviate con la marcatura CE. La documentazione a corredo della merce comprende anche un documento commerciale con ulteriori informazioni sulla marcatura CE della merce medesima.

Il numero di dichiarazioni di prestazione è pari al numero di tipologie di prodotti fabbricati (gres porcellanato per pavimenti e pareti STON-KER®, PAR-KER® ecc.), gres porcellanato esclusivo per facciate, gres per pavimenti e pareti interne e rivestimento di pareti interne (Monker®)

Istruzioni d'uso e di sicurezza delle piastrelle in ceramica (scheda dati di sicurezza con indicazioni generiche).

Sono disponibili istruzioni d'uso e dati generici relativi alla sicurezza delle piastrelle in ceramica, ritenute materiale non pericoloso, pubblicate a cura della Asociación Española de Fabricantes Cerámicos (ASCER) e dello Instituto de Tecnología Cerámica (ITC).

Instrucciones de manipulación y seguridad para baldosas cerámicas

Porcelanosa. Operatore economico autorizzato. Sicurezza e agilità logistica.

AEO

Porcelanosa S.A. cura la vendita di piastrelle a superficie smaltata, a base di pasta di porcellanato, gres o rivestimento poroso.

Partite doganali:

  • Piastrelle smaltate in gres e gres porcellanato: 6908 90 91.
  • Piastrelle smaltate a rivestimento poroso (Monker®): 6908 90 93.

PORCELANOSA Grupo è in possesso dei Certificati di Operatore Economico Autorizzato (OEA) nella versione più ampia: quella di Semplificazioni Doganali, Protezione e Sicurezza (OEAF). Tale certificazione è stata assegnata a ciascuna azienda del Gruppo PORCELANOSA (PORCELANOSA, VENIS, GAMADECOR, SYSTEMPOOL, L’ANTIC COLONIAL, BUTECH, NOKEN e URBATEK).

Grazie a questa certificazione OEA, PORCELANOSA Grupo ottiene lo status di operatore di fiducia presso le dogane in quanto ottempera ai più rigorosi controlli di sicurezza nei suoi impianti. Nell'ambito delle operazioni logistiche conferisce a clienti e partner un elevato valore aggiunto in tutta la catena di approvvigionamento.

PRINCES
Please select your language/country.
Welcome to PORCELANOSA. You're entering our International site at Italian language. If you wish, you can change the language/country.

Keep up to date on all the latest happenings at PORCELANOSA by subscribing to our newsletter.

PORCELANOSA uses cookies to store settings and offer additional features to our users. By continuing your visit to porcelanosa.com, we'll assume you agree to our use of cookies